Le Risorse

L'essere umano è fatto per guardare avanti.

Anche nelle peggiori situazioni, quando gli eventi lo toccano profondamente, è in grado di accettare la vita, consapevole che la morte ne fa parte.
La consapevolezza di non poter cambiare questa realtà universale fa sì che ognuno possa attingere a delle risorse personali e sociali per riorganizzare la propria vita dopo un lutto.

  1. Quali possono essere queste risorse personali?
    - la fede che da senso all'esistenza umana racchiusa tra il nascere ed il morire;
  2. - il sentirsi responsabili di chi è rimasto (es. i figli);
  3. - il sentirsi utili a livello lavorativo;
  4. - l'avere un affetto.

Vi sono poi delle risorse sociali: i parenti, gli amici, i conoscenti, persone che hanno vissuto la stessa perdita, le associazioni a cui appartengono familiari che hanno subito dei lutti in situazioni particolari (es. vittime della strada). 

Un dolore condiviso con gli altri non diventa minore, ma più tollerabile.

Consulta il nostro opuscolo

Al Servizio della Vita

Quando chiedere aiuto

Superare il momento della crisi che l'evento morte ha creato, permette di riprendere a vivere perchè ci si sente di nuovo in grado di affrontare la quotidianità e ancora capaci di dare un senso pieno all'esistenza.

Resilienza

È la forza delle persone che, nonostante siano state ferite, si considerano non vittime ma utilizzatori delle proprie potenzialità e si preparano a recuperare le risorse necessarie per affrontare il futuro con speranza progettuale.